iniettori motore auto

Hai sentito parlare di iniettori dell’auto e non sai di cosa stiamo parlando? Non preoccuparti trovi tutto in questo articolo.

Le auto moderne non sono come le auto di qualche anno fa, di fatti i motori sono cambiati e montano nuovi componenti e una tecnologia avanzata. Questo cambiamento è avvenuto soprattutto negli ultimi anni quando le case automobilistiche hanno deciso di abbandonare per sempre il carburatore e sperimentare qualcosa di nuovo più tecnologico e più performante, ossia i motori di avviamento ad iniezione elettronica. Questi motori sono molto più semplici, precisi e potenti ma al tempo stesso montano anche pezzi di cui probabilmente non avevi mai sentito parlare come gli iniettori. In questo articolo ti voglio portare alla scoperta degli iniettori di cosa sono, di come curarli e di quali errori evitare.

Cosa c’è da sapere sugli iniettori?

Gli iniettori della macchina sono una parte dei motori di ultima generazione, svolgono un ruolo importantissimo perché sono ciò che va a sostituire il carburatore. Gli iniettori sono degli elementi che all’interno del sistema di alimentazione si occupano di ricevere il carburante e di polverizzarlo in pochi millesimi di secondo per poi immetterlo direttamente attraverso uno spruzzo di getto continuo nel motore della vettura. È presente in tutte le autovetture che presentano un motore di avviamento ad iniezione. Hanno una forma cilindrica e a seconda del tipo di motore che abbiamo davanti sono collegati a diverse altre parti del motore:

  • Nel motore alimentati a diesel sono collegati alla camera ausiliaria a cui inviano il carburante.
  • Nel motore ad iniezione diretta inviano il carburante direttamente nella camera di combustione.
  • Mentre nei motori a benzina inviano il carburante nel condotto di aspirazione.

Come puoi ben immaginare non ne esiste un unico modello ma ne esistono molti a seconda del tipo di motore e delle sue caratteristiche. Troviamo questo elemento particolarmente utilizzato nei motori ad iniezione elettronica e qui il loro funzionamento è determinato dalla centralina, la centralina è, possiamo dire, il cervello del motore che analizza ogni dato che riceve dai vari sensori presenti sulla vettura e in base ad essi stabilisce come è giusto carburare la miscela carburante e aria dando poi avvio al corretto avviamento.

Manutenzione degli iniettori

Gli iniettori non sono certo immuni al processo di manutenzione ordinaria anzi sono una parte vitale del nostro motore quindi è bene prendersene cura per il meglio. Sebbene tutto in questi motori moderni funziona per cercare di arrivare ad ottenere il massimo dalla propria vettura ed è per questo che è prevista una doppia filtrazione all’interno del sistema di alimentazione, c’è da dire però che la certezza assoluta non c’è mai. Infatti è possibile che l’iniettore si sporchi a causa di un carburante impuro con impurità che riescono a superare i vari sistemi di filtraggio, e cosa succede in questi casi? L’iniettore si sporca e a lungo andare può presentare problemi.

I problemi più comuni che possiamo incontrare sono difficoltà di accensione, scarse prestazioni di guida, difficoltà a tenere il minimo, fumo denso dallo scarico, aumento del consumo di carburante, meno potenza del motore, insomma un po' tutte quelle problematiche che si presentano anche davanti ad un carburatore sporco. Di fatti gli iniettori sono vitali per la vettura sarà bene perciò prendersene cura al meglio. A questo punto non ci resta altro da fare che procedere ad una manutenzione ordinaria che è consigliabile ogni 20 massimo 25 km percorsi. Esistono due metodi per eseguirla, vediamo quali sono:

  • Utilizzo di additivi specifici nel carburante sono delle miscele che si possono utilizzare per eseguire la pulizia dell’iniettore. Non è una soluzione molto efficace perché potrebbe non risolvere del tutto il problema o rilevarsi del tutto inutile.
  • Se gli iniettori sono particolarmente sporchi rivolgersi ad un’officina specializzata per eseguire una pulizia profonda.

Devi sapere però che gli iniettori non hanno una vita infinita ogni 150 mila km si considerano da sostituire una volta per tutte, e anche in questo caso sarà bene rivolgersi ad un’officina autorizzata e specializzata.

Cosa non dobbiamo fare con gli iniettori?

Parliamo di tecnologia moderna e a volte anche molto complita, anche il semplice smontaggio degli stessi diventa un problema da affrontare quindi il primo errore assoluto da evitare è quello di mettere mano a questi prodotti. Il rischio è altissimo e potresti danneggiare il tuo motore in modo irreparabile.

Mai aggiungere benzina al gasolio per pulire degli iniettori da diesel, la benzina rischia di corroderli e può creare il rischio di combustione, un eventuale scoppio può danneggiare anche i pistoni della vettura.

Utilizzare un additivo con quantitativi a caso, seguite sempre le regole e le istruzioni alla lettera.

Usare detergenti qualsiasi per pulire o sbloccare gli iniettori, se sono bloccati devono essere smontati e puliti da un professionista che sia in grado di eseguirne un’analisi sulla funzionalità e in caso decida di sostituirli.

Non eseguire la manutenzione ordinaria della vettura in particolare dei filtri.

Ora consoci tutto, o quasi, quello che c’è da sapere sugli iniettori avrai ben capito perciò la loro importanza e il motivo per cui devono essere perfettamente funzionanti.

Carburatori più venduti