Perché il carburatore perde benzina

Quali sono le cause che portano il carburatore a perdere benzina? Scopriamolo in questo articolo.

Hai notato che il tuo carburatore perde benzina? Quali possono essere le cause di questo guasto? In questo articolo andremo a scoprire meglio i carburatori e quali sono le cause che portano ad una perdita di benzina, un guasto che non può essere sottovalutato anzi bisogna agire quanto prima in modo che non diventi una problematica più grave da affrontare. Andiamo perciò alla scoperta del carburatore e di ogni problematica in cui può imbattersi.

Che cos’è il carburatore?

Fa strano sentirlo menzionare visto che ad oggi questa parte meccanica del motore delle automobili sta praticamente scomparendo. Di fatti le nuove vetture montano tecnologie totalmente differenti che hanno escluso questa parte meccanica, montando motori più all’avanguardia e con migliori prestazioni. Ci imbattiamo però nei carburatori ancora in moltissime auto, le più datate infatti montano ancora questo elemento come anche le macchine d’epoca e le macchine storiche. E sono ancora molte le vetture in circolazione che non sono di recente costruzione quindi non è insolito che molti di noi si trovino davanti alla problematica di perdita benzina dal carburatore.

Il carburatore è una parte meccanica molto importante nei vecchi motori perché permette di avviare il motore. È infatti grazie ad essa che viene mescolata l’aria alla benzina per far avviare il processo di carburazione e quindi far partire la macchina. Senza questo processo la vettura non potrebbe partire perché non ci sarebbe alcuna combustione. Quindi puoi ben capire quanto sia importante che il carburatore funzioni alla perfezione.

Il carburatore perde benzina perché?

A volte capita che il carburatore evidenzi delle problematiche come ad esempio la perdita di benzina. Le cause possono essere differenti, di fatti il carburatore è pieno di parti che lo compongono e quindi il motivo della perdita di benzina può essere dovuto ad uno di esse. Quelle che ti andremo ad elencare sono le più comuni:

  • Guarnizione del carburatore deteriorata che di conseguenza porta alla perdita di benzina.
  • Rottura del galleggiante interno al carburatore.
  • Il galleggiante non riesce a chiudere il flusso di benzina dal serbatoio quindi si manifesta una perdita dallo sfiato.
  • Si sono intasati i getti del minimo e del massimo e di conseguenza c’è una perdita di benzina.
  • La vaschetta presenta delle anomalie come buchi o crepe che inevitabilmente portano alla perdita di benzina.
  • Lo sfiato è troppo pieno.
  • Il galleggiante si è bucato e quindi perde benzina.

Come comportarsi in tutti questi casi?

A meno che non siamo degli esperti che sanno effettuare il cambio del pezzo rotto o dell’intero carburatore, se necessario, è bene rivolgersi al proprio meccanico di fiducia. Se abbiamo una vettura d’epoca o storica è bene rivolgersi ad officine specializzate perché reperire i pezzi di ricambio potrebbe essere difficile oppure potremmo imbatterci in tecnologie ormai in disuso. Solo questi professionisti specializzati sono in grado di intervenire tempestivamente e eliminare il danno nel migliore dei modi ripristinando il corretto funzionamento della vettura.

Cos’altro possiamo fare?

Per assicurarci sempre delle ottime prestazioni della nostra vettura è bene eseguire una manutenzione ordinaria del veicolo. Con la manutenzione ordinaria abbiamo la possibilità di analizzare al meglio la macchina e il suo motore andando così a scoprire eventuali problematiche in tempo. A volte queste manutenzioni sono un vero e proprio salva vita perché ci permettono di evitare notevoli guasti al motore. Tra i vari step della manutenzione ordinaria riscontriamo anche la pulizia del carburatore che ci permette di tenere perfettamente pulita ogni sua parte guadagnandoci in performance ottime.

Hai bisogno di un carburatore per il tuo mezzo? Dai un'occhiata al nostro catalogo

Carburatori più venduti