Iniezione diretta benzina gpl diesel come funziona

Scopriamo in questo articolo come funziona l’iniezione diretta nelle auto, andando a scoprire nel dettaglio le differenze.

Oggi grazie alla tecnologia di cui disponiamo abbiamo la possibilità di scegliere auto di ogni genere, con motori più o meno potenti e alimentanti al carburante che preferiamo. I carburanti utilizzati generalmente e maggiormente sono benzina, gpl e diesel, un discorso a parte viene poi fatto per le auto elettriche che ultimamente stanno diventando sempre più diffuse.

In questo articolo però vogliamo parlarti di un sistema di alimentazione ben preciso che viene chiamato iniezione diretta, è un sistema di ultima generazione e in base ai vari tipi di carburante può presentare delle diversità. Oggi andiamo perciò a scoprire in questo articolo cos’è un sistema di alimentazione diretta ma anche come funziona nella auto a benzina, in quelle a gpl e in quelle a diesel.

Cos’è il sistema di alimentazione ad iniezione diretta?

Quando sentiamo parlare di sistema di alimentazione di una vettura parliamo della principale parte meccanica che permette alla vettura di avviarsi e di marciare. È grazie infatti a questo sistema che si può far avviare il processo di combustione necessario per avviare il motore creando la miscela carburante e aria necessaria. Fino a qualche anno fa questo sistema di alimentazione era previsto di un carburatore che svolgeva appunto il compito di far partire il processo, con la tecnologia moderna il carburatore è stato eliminato e sostituito dagli iniettori dando vita al sistema di alimentazione ad iniezione diretta. Questo sistema permette di polverizzare e spruzzare il carburante direttamente grazie agli iniettori senza bisogno di utilizzare il carburatore. Questo permette alla vettura di:

  • risparmiare sul carburante perché se ne ha un minor consumo e un maggior controllo,
  • avere performance migliori dal momento che questi motori sono molto più potenti e performanti.
  • Risparmiare economicamente perché non vi sono sprechi di carburanti.
  • Non inquinare eccessivamente l’ambiente che ci circonda.
  • E molti altri numerosi vantaggi.

I vari sistemi di alimentazione ad iniezione diretta però sono differenti in base al tipo di carburante con cui è alimentato il motore, queste differenze di base non comportano nulla ma conoscere quali sono possono aiutarti a conoscere meglio le vetture e a scegliere quella più idonea per te.

Come funziona nelle auto a benzina?

Il sistema di alimentazione ad iniezione a benzina, come tutti i tipi di iniezione, presenta una tecnologia recente, se da una parte incontriamo i numerosi vantaggi che ti ho elencato nel paragrafo precedente dall’altra invece ci troviamo davanti ad una tecnologia molto più elaborata, ad un progetto più complesso e a diverse tipologie di materiale.

Ecco perché se hai a che fare con questo tipo di motore ed hai un problema non devi mai metterci mano da solo ma rivolgerti ad un esperto, a meno che tu non sia l’esperto. Con l’iniezione diretta abbiamo detto che non è presente il carburatore ma sono presenti gli iniettori. Gli iniettori si occupano di iniettare il carburante direttamente nella camera di combustione, questo cambiamento ti fa capire che la tecnologia utilizzata deve essere differente rispetto alla precedente.

Ad esempio i valori di pressione devono raggiungere i 70 bar e gli iniettori devono essere particolarmente resistenti perché devono resistere al calore e alla pressione. Per permettere il raggiungimento di questi livelli di pressione gli iniettori sfruttano un sistema di pompaggio. Il punto principale su cui ruota l’intero sistema è quello di permettere al carburante di evaporizzare ancora prima che arrivi a toccare qualsiasi componente meccanico, quindi si avvale di un meccanismo particolarmente complesso ma anche molto potente che permette agli iniettori di evaporizzare il carburante assorbendo il calore e al tempo stesso provocando un raffreddamento della carica andando così ad aumentarne la densità. Otteniamo così un motore potente, minori consumi e minori emissioni di gas inquinanti.

Mentre come funzione nella auto a gpl?

Oltre ai motori a benzina incontriamo quelli a gpl per loro il funzionamento è diverso. Vediamo perciò come funziona il sistema di avviamento a iniezione diretta sui motori a gpl. In questo particolare caso non c’è un motore standard e un processo identico da poter spiegare che valga per tutte le vetture che sfruttano il sistema di alimentazione a gpl ma possiamo dire che ogni motore ha il suo sistema di iniezione diretta.

Di fatti le necessità sono molto diverse e variano a seconda di alcuni parametri come ad esempio la potenza del motore, il numero di motore, la possibilità di poter trasformare la propria vettura verso questo impianto e via dicendo. Anche qui troviamo gli iniettori ma non sono della stessa tipologia dei precedenti, sono infatti realizzati con materiali differenti e dai formati più vari. Questi impianti sono strutturati in modo che oltre al gpl si possa passare anche una piccola quantità di benzina negli iniettori affinché sia possibile mantenerli freddi.

E per le auto a diesel?

A differenza dei precedenti il motore alimentato a diesel presenta un motore ad iniezione diretta già da diversi anni, di fatti fu inventato negli anni 20 dalla MAN, arrivò al successo però sono nel 1988 grazie alla Fiat Croma che fu la prima serie di vetture a montarlo. Come negli altri casi anche qui il carburante viene iniettato direttamente nella camera di combustione che è stata ricavata nel cielo del pistone.

Per permettere al diesel di polverizzarsi si ha bisogno di una pressione altissima di almeno 500 bar e per permettere questo non solo si è dovuto cambiare il tipo di pistoni che venivano utilizzati, creando dei pistoni molto più resistenti e in grado di sopportare queste elevate pressioni, ma si è anche dovuto andare a creare dei condotti di aspirazioni particolari che permettessero di generare le turbolenze specifiche comunemente chiamate nel settore swirl.

Il motore ha avuto dei vantaggi non da poco di fatti si sono ridotte le perdite termiche, il percorso dei gas di scarico si è reso molto diretto e la camera di scoppio è in grado di raggiungere una maggiore pressione. Il contro di questo sistema è che il motore risulta pigro e rumoroso tendendo ad accumulare fumosità.

È un motore ancora in forma di sviluppo sebbene viene utilizzato sulle vetture e che viene continuamente aggiornato e modernizzato, le ultime tecnologie inserite recentemente tendono ad eliminare il problema rumorosità e pigrizia del motore, queste tecnologie sono il common rail e l’utilizzo di iniettori ad iniezioni multiple anziché singole.

Tre tipologie di carburante e tre tipologie di motori diversi con un unico scopo migliorare il motore di ogni vettura guadagnandone in performance elevate ma anche in minor costi e minor inquinamento.

Carburatori più venduti

Weber 40 DCOE 151Weber 40 DCOE 151
Weber Weber 40 DCOE 151
Prezzo scontato€597,80
Recensioni
Disponibile, 9 unità
KIT ALIMENTAZIONE SUZUKI SAMURAI 1.3
Weber KIT ALIMENTAZIONE SUZUKI SAMURAI 1.3
Prezzo scontato€609,00
Recensioni
Disponibile, 9 unità