Guasto iniettori sintomi

Scopriamo in questo articolo quali sono i sintomi più comuni quando c’è un guasto o un difetto agli iniettori.

Le nostre vetture sono cambiate rispetto a quelle di qualche anno fa e oggi montano motori con tecnologie moderne e differenti dalle vecchie. Ad esempio il sistema di alimentazione con carburatore sta andando a scomparire per essere sostituito dal sistema di alimentazione a induzione diretta che è possibile grazie agli iniettori.

Se prima perciò il ruolo fondamentale era giocato dal carburatore che era vitale per una vettura oggi sono gli iniettori senza i quali una macchina non potrebbe funzionare né marciare su strada. Sistema diverso, componenti diversi ma importanza medesima. In questo articolo andremo a scoprire quali sono i sintomi che si possono manifestare quando l’iniettore non funziona più, si è danneggiato, è difettoso o si è rotto del tutto ma prima scopriamo a cosa servono precisamente.

Cosa sono gli iniettori?

Come abbiamo anticipato sono una parte fondamentale del motore odierno di ogni vettura, il loro compito è quello di polverizzare e spruzzare il carburatore in pochi millesimi di secondi direttamente nella camera di combustione del motore di un’automobile. Possono essere di diversa tipologia, forma e grandezza a seconda del tipo di motore che utilizziamo ma soprattutto a seconda del tipo di carburante scelto per alimentare la vettura. Il loro funzionamento deve essere perfetto per permettere alla vettura di funzionare correttamente, di potersi accendere e di poter marciare su strada. Senza di loro che vanno a sostituire il carburatore e il vecchio sistema di alimentazione non sarebbe possibile per una vettura funzionare.

Quali sono i vantaggi di questa tecnologia?

La scelta di cambiare sistema di alimentazione non è stata certamente una scelta fatta a caso, di fatti con questo nuovo sistema di alimentazione si ottengono numerosi vantaggi non indifferenti. Vediamo i principali:

  • Motori più potenti e più performanti.
  • Risparmio economico perché c’è un utilizzo minore di carburante e c’è uno spreco ridotto ai minimi.
  • Performance migliori su strada.
  • Inquinamento ridotto.
  • Processo semplificato e composto da meno componenti con una tecnologia più all’avanguardia.

Quali sono i sintomi che si manifestano?

Abbiamo capito cosa sono gli iniettori e anche quali vantaggi portano questi cambiamenti alla nostra vettura, ora capiamo invece quali sono i sintomi che si manifestano quando l’iniettore è rotto, danneggiato o difettoso. Ecco i sintomi più comuni in cui puoi imbatterti:

  • Perdita delle prestazioni.
  • Problemi nella ripresa e nell’accelerazione.
  • Le vibrazioni del motore aumentano.
  • Gli iniettori fanno molto rumore.
  • Aumento dei gas di scarico, con una maggiore densità e anche un cambio di colore che può apparire più scuro o anche nero.
  • Difficoltà ad avviare il motore.
  • Aumento dei consumi di carburate.
  • L’auto non si accende.
  • Comparsa della spia relativa sul cruscotto della tua vettura.

Cosa fare?

Tutto quello che dobbiamo fare non appena ci troviamo davanti ad una delle problematiche sopra citate è quella di rivolgerci ad un’officina di esperti. Fai particolare attenzione a chi scegli di rivolgerti perché non tutti sono ancora pratici e ferrati nell’affrontare i motori con questa nuova tecnologia, quindi assicurati che l’officina a cui ti rivolgi sia composta di persone affidabili e professionali.

No, al fai da te. Gli iniettori sono molto delicati e anche molto difficili da smontare potresti rischiare di danneggiarli ulteriormente oppure di danneggiare altre parti del motore.

Come ovviamo a queste problematiche?

Risolvere il guasto quando si presenta è necessario, prima agisci e prima ti assicuri che il danno non vada a toccare anche altri componenti del motore. Ci sono delle accortezze però che possiamo seguire per impedire queste problematiche, eccone alcune:

  • Ogni 20/25 mila km eseguire una pulizia professionale degli iniettori rivolgendoti ad un’officina di professionisti. Questo rientra nella manutenzione ordinaria.
  • Ogni 150 mila km gli iniettori dovrebbero essere sostituiti perché hanno terminato la loro vita.

Questi parametri potrebbero variare a seconda del tipo di vettura e di motore che ci troviamo davanti. Ti consigliamo perciò di mettere mano sul tuo libretto dell’auto e verificare la casa automobilistica che indicazioni ti da per la manutenzione dei tuoi iniettori. Anche in questo caso ti sconsigliamo vivamente di eseguire queste operazioni da solo, il rischio di danneggiare il motore è molto alto quindi è sempre consigliabile rivolgersi ad un esperto.

Carburatori più venduti

Weber 40 DCOE 151Weber 40 DCOE 151
Weber Weber 40 DCOE 151
Prezzo scontato€597,80
Recensioni
Disponibile, 9 unità
KIT ALIMENTAZIONE SUZUKI SAMURAI 1.3
Weber KIT ALIMENTAZIONE SUZUKI SAMURAI 1.3
Prezzo scontato€609,00
Recensioni
Disponibile, 9 unità