Perché si bruciano le candele auto

Perché si bruciano le candele delle nostre auto? Scoprilo in questo articolo per poter prevenire ogni problematica.

Le candele sono uno degli elementi principali delle nostre vetture, sono infatti un’importante parte del motore che permette il suo avvio. Capita però molto spesso che le candele si danneggino e si possono danneggiare per tanti e diversi motivi. In questo articolo andremo a scoprire di più su questo elemento del motore e andremo a capire perché si bruciano, in questo modo potremo prevenire ogni possibile danno e mantenerle per maggior tempo in salute.

Cosa sono le candele?

Le candele sono l’elemento chiave che permette di creare la scintilla che dà avvio al processo di combustione tra aria e benzina necessario per avviare il motore di una vettura. La candela è composta da una serie di complementi:

  • Il guscio esagonale che è in acciaio e rende ermetico il cilindro in questo modo ci è permesso eseguirne l’installazione.
  • Isolatore ceramico che previene la messa a terra spostando il calore verso la testa del cilindro.
  • Gli elettrodi centrali che sono coloro che realizzano la scintilla nella camera di accensione.
  • Il terminale che permette di collegare la candela all’impianto di accensione.

Quando è necessario eseguirne la sostituzione?

La sostituzione di una candela è da considerare in 3 casi:

  • Se è un’auto d’epoca deve avvenire ogni 20 mila chilometri per ottenere delle performance sempre ottimali.
  • Nelle auto moderne invece ogni 60 mila chilometri.
  • Quando la candela è danneggiata, rotta o bruciata.

Quando si brucia una candela?

Le candele oltre ad essere molto importanti per il motore sono anche un elemento molto delicato. Questo elemento così delicato ha necessità di continue manutenzioni ordinarie come ad esempio la pulizia. A volte capita però che nonostante tutte le cure che gli apprestiamo risultano essere comunque danneggiate e in alcuni casi bruciate. Quando ci troviamo davanti ad una candela bruciata i motivi che ci portano a questa problematica sono diversi e tra questi i più comuni sono:

  • Le candele sono coperte da cenere incrostata e si presentano con una colorazione marrone chiara. Questo vuol dire che c’è un eccessivo uso di additivi nel carburante oppure che l’olio del motore finisce nella camera di combustione.
  • Gli elettrodi, uno o più di uno, si sono fusi e questo si manifesta quando il grado termico è errato oppure vi sono delle problematiche durante l’accensione della vettura.
  • Le candele presentano la ceramica bruciata in questi casi i problemi possono essere due l’olio oppure il combustibile finisce nella sede della candela.
  • Candele nere ricoperte di fuliggine in questi casi allora la causa è nella miscela benzina e aria che è troppo ricca creando perciò una carburazione grassa. Può succedere quando si utilizza una candela troppo fredda per quel motore e per l’utilizzo che se ne fa della vettura.
  • La candela sfiammata in questi casi c’è un’evidente dispersione di corrente dal terminale superiore presente sulla candela, quindi si può usurare la guaina protettiva dei cavi e dell’isolante ceramico spaccato.

Come comportarsi davanti ad una candela bruciata?

Sostituire semplicemente la candela non risolve il problema perché non appena ricomincerete ad utilizzare la vettura le candele si bruceranno di nuovo. L’ideale è quello di portare la vettura da un meccanico di fiducia che possa analizzarla e determinare qual è la problematica che porta alla bruciatura della candela. Una volta risolto la problematica le candele funzioneranno per il meglio, non si bruceranno e la vettura continuerà ad avere delle ottime prestazioni.

E come sempre ricordati che per qualsiasi dubbio puoi sempre contattarci, per una consulenza gratuita e senza impegno.

Carburatori più venduti

Weber 40 DCOE 151Weber 40 DCOE 151
Weber Weber 40 DCOE 151
Prezzo scontato€597,80
Recensioni
Disponibile, 9 unità
KIT ALIMENTAZIONE SUZUKI SAMURAI 1.3
Weber KIT ALIMENTAZIONE SUZUKI SAMURAI 1.3
Prezzo scontato€660,00
Recensioni
Disponibile, 9 unità